#2016bestnine

#2016bestnine

Ciao a tutti quanti, ragassuoli! Anche questo 2016 volge al termine, ormai è una questione di giorni: quale migliore occasione quindi per raccogliere le idee e ripercorrere assieme gli avvenimenti chiave di questi ultimi 365 giorni? Come l’anno scorso, anche quest’anno vorrei rispolverare assieme a voi momenti ed esperienze vissute, più o meno importanti, riproponendovi in questa sede una selezione di 9 istantanee scattate e pubblicate già durante l’anno sul mio profilo Instagram. Ecco a voi, quindi, il mio #2016bestnine blog edition!!

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Incominciamo questa cavalcata sul vialetto dei ricordi con una bellissima foto scattata questa primavera mentre ero in attesa di prendere il treno, alla fine di una lunga ed estenuante giornata in ufficio. In quell’epoca molti dei cambiamenti che si sarebbero succeduti durante il 2016 ancora non si erano verificati, mi trovavo pertanto in un momento di stasi, come congelata. Quel giorno però l’inverno stava finalmente lasciando spazio ad una timida primavera e per la prima volta il sole ci proponeva tutta la sua luce e la sua forza, nonostante stesse tramontando. Così, mentre aspettavo da sola in stazione, la luce del sole, tutt’altro che calda come ci si aspetterebbe, mi accecava. E’ stato un momento bellissimo, non potevo non immortalarlo.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Questa foto è oggettivamente orrenda ma è un caro ricordo del mio 27esimo compleanno. Eugenio, infatti, al posto del solito regalo “tangibile”, quest’anno aveva deciso di farmi una super sorpresa e di regalarmi un’esperienza nuova: una cena a bordo di ATMosfera, il tram storico che l’azienda dei trasporti pubblici di Milano mette a disposizione per degustare un menù d’eccezione durante un piacevole viaggio attraverso gli scorci più suggestivi della città. Non so se lo sapete, ma ADORO letteralmente i tram a carrelli di Milano, quindi potete immaginare lo sbigottimento quando ho scoperto in cosa consisteva il mio regalo di compleanno. Le nostre facce raccontano la stanchezza di una lunga giornata di lavoro, ma non so descrivere quanto questa sorpresa mi abbia riempito il cuore di gioia. E’ stata senz’altro una delle cose più belle (anzi, sicuramente la più bella) che mi siano successe durante questo lungo 2016.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Un altro caro ricordo di quest’anno è legato all’affetto che hanno dimostrato alcune delle mie colleghe in occasione del giorno del mio compleanno. Nonostante fossi entrata a far parte della loro “famiglia lavorativa” solamente da pochi mesi mi hanno sorpresa con un bellissimo pensiero per festeggiare assieme l’occasione. Sono molto legata a questa foto, perchè dietro di essa si nascondono l’affetto ed il pensiero di colleghe (che posso definire, senza timore, amiche) che per diverse vicissitudini oggi non lavorano più con me ma, grazie alle quali, sono diventata la persona che sono oggi. La loro presenza, a lavoro, mi manca quotidianamente e non posso fare altro che pensare a quanto la loro influenza ed il loro aiuto siano stati determinanti per me nei primi mesi della mia primissima esperienza lavorativa.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

E’ ormai giugno e presto lascerò Lambrate, il quartiere che mi ha accolto per primo a Milano, per trasferirmi in una casa più grande, dall’altra parte della città. Ormai lavoriamo da quasi un anno ed Eugenio necessitava di accorciare i tempi di percorrenza tra casa ed ufficio, per questo motivo, molto a mal in cuore, abbiamo deciso di traslocare. In questa foto sono alle prese con le costine del Ribs And Beer, un locale straordinario in zona Lambrate che amo frequentare assieme alle persone a me più care. Era una delle ultimissime sere che avrei passato ancora in pianta stabile nel vecchio quartiere. E’ stata una serata divertente, ma anche un po’ triste.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Pochi giorni dopo, all’inizio di luglio, il trasloco è diventato finalmente realtà. In un unico fine settimana abbiamo impacchettato e trasferito tutte le nostre cose da Lambrate fino a Gambara con l’aiuto di mio padre alla guida, di mia madre all’impacchettamento e di mio fratello (che assieme ad Eugenio ha fatto il lavoro più pesante trasportando mobili e scatoloni per 8 rampe di scale a salire ed altrettante a scendere). Alla volta della settimana successiva ci trovavamo già nella casa nuova, sommersi da quintali di scatole e di sporte. La sistemazione è stata lunga e sofferta, ma alla volta di agosto era già tutto in ordine. Poi, all’inizio del mese successivo, abbiamo riconsegnato il vecchio appartamento ai legittimi proprietari. E’ stato uno dei momenti più duri e strazianti dell’intero anno: dover dire addio alla prima casa nella quale ho abitato assieme ad Eugenio per 4 lunghi anni, e che ho amato fin da subito come se fosse stata mia.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

In piena estate ho partecipato al tanto atteso matrimonio di una delle mie cugine. Faceva caldissimo ed ero scesa a Ferrara da Milano appositamente per l’occasione. Ho già accennato qualcosa di questo evento in un vecchio post, quindi non mi dilungherò molto. E’ stata sicuramente un’esperienza importante, che avrei voluto condividere con tutta quanta la mia famiglia, anche se per un motivo o per un altro non è stato possibile.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

A settembre finalmente sono potuta andare in ferie!! Con Eugenio si è deciso di visitare Vienna: sarebbe stata la nostra prima vacanza totalmente finanziata ed organizzata da noi. Che dire: il viaggio in treno è stato agghiacciante sia all’andata che al ritorno (12 ore di treno notturno senza cuccette non lo augurerei nemmeno al mio peggior nemico), ma la permanenza nella capitale austriaca ci ha dato molte soddisfazioni. Tra queste, l’immancabile assaggio della famosissima e buonissima Sacher Torte!!

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Di ritorno da Vienna decido di andare fino in fondo ad uno dei miei desideri più reconditi, che coltivavo ormai da anni senza aver avuto mai il modo od il coraggio di concretizzarlo: colorarmi i capelli di blu. Poichè temevo che se avessi tinto tutta la testa sarei stata sicuramente diseredata, ho optato per un approccio più circoscritto. La foto immortala la mia primissima esperienza, realizzata direttamente dalla parrucchiera. In seguito avrei effettuato io stessa le colorazioni, ottenendo effetti molto più accentuati e soddisfacenti. Inutile dire che non so chi l’abbia presa peggio, se il mio capo o mio padre… anche se spero che entrambi si siano messi il cuore in pace: sono ancora molti i colori che voglio sperimentare (per ora solo blu notte e turchese, ma il lilla/fucsia ed il rosa ci aspettano dietro l’angolo), e dopotutto sono solo capelli… quando mi stancherò ci darò un taglio netto.

Una foto pubblicata da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

L’ultima foto che ho scelto è piuttosto recente, scattata in occasione di una visita da parte della mia famiglia che si è recata appositamente a Milano per passare assieme ad Eugenio e me la festa dell’Immacolata. La foto è senz’altro storica: è stata la primissima volta che ho ricevuto una visita a famiglia riunita da quando abito a Milano. Inutile dire quanto mi abbia fatto piacere. Spero non sia l’ultima, ma la prima di una bella serie.

Cosa ci (e soprattutto mi) aspetta nell’anno nuovo ancora non si può sapere. Nel frattempo, colgo l’occasione per augurare a tutti quanti i miei più sentiti auguri di Buone Feste e Felice Anno Nuovo! Tanto, nell’anno nuovo, cambierà sicuramente la data sul calendario ma non cambierò mai io, rimarrò sempre la solita rompi-coglioni che già tutti avete imparato a conoscere! Quindi vi abbraccio (virtualmente) tutti forte forte, in attesa di tornare in ufficio a fatturare! Vi voglio bene, brutta gentaglia che non siete altro!