#2017bestnine

#2017bestnine

Eccomi di nuovo qui, come tutti gli anni, a tirare le somme di questo 2017 che sta per concludersi. Esattamente come nel (lontano) 2015 e come fatto anche l’anno scorso agli sgoccioli del 2016, anche quest’oggi attingerò senza indugi alla mia fedelissima galleria su Instagram per descrivere, ricordare e condividere nuovamente con voi, miei fedelissimi lettori, i punti salienti di questi ultimi 365 giorni. E proprio come fatto in passato, continuerò indefessa a prendere in prestito la tradizione del #bestnine prettamente instagrammiana che prevede la scelta di 9 scatti tra tutti i post pubblicati su Instagram nell’anno corrente: qui sul blog, come già saprete, selezionerò 9 scatti tra i più emblematici pubblicati sul mio profilo Instagram nell’ultimo anno, corredando ciascuno di essi di una breve didascalia che ne descriva e ne approfondisca il più possibile il significato. Siete pronti? All’idea di un nuovo #bestnine non sto più nella pelle!!

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:


Incomincerò il mio escursus da questa foto, scattata a marzo, che mi ritrae con una fluente chioma di capelli fucsia!! Dopo il mio primissimo periodo blu, seguito a ruota da quello turchese/verde acqua, avevo proprio voglia di sfoggiare un nuovo colore, e perchè non optare per il sempre delicato e mai appariscente fucsia? Questa fotografia testimonia il mio ultimo “colpo di testa”, lo ammetto: dopo l’ennesima decolorazione e le periodiche tinte che, per mantenere l’intensità del colore, si ripetevano nel bagno di casa praticamente ogni settimana (ebbene sì, ogni 7 giorni la tinta scaricava completamente lasciandomi bionda), ho deciso che sarebbe stato meglio tornare a far parte nel più banale mondo dei capelli castani, così ho appeso la tinta fucsia al chiodo ed ho deciso, mio malgrado, di diventare nuovamente una persona seria. Per ora si tratta di una decisione definitiva… ma mai dire mai!

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Quest’anno ho consolidato il mio pre-esistente amore spassionato per il mondo vegetale. Rimasto latente per anni, da quando mi sono trasferita nella nuova casa ho avuto modo di collezionare qualche piantina da appartamento che attualmente prospera in casa mia regalandomi tanto colore ma soprattutto tanta soddisfazione (oltre ad anidride carbonica ed ossigeno in egual misura). Quella nella foto è una kalanchoe, un regalo molto apprezzato da parte di una mia carissima collega: ad aprile era così piccina… se la vedeste ora, che è alta più di 30 cm, vi verrebbe un colpo! Il mio sogno nel cassetto sarebbe quello di una casa mia, con un giardino od un bel terrazzo, dove coltivare tante altre piante e piantine; purtroppo, però, questa speranza rimarrà un sogno ancora per molto tempo. Quindi mi accontento di coltivare piante ovunque ho possibilità, persino in ufficio sulla mia scrivania!

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

A giugno, un carissimo amico è convolato a giuste nozze. Eugenio ed io siamo scesi appositamente da Milano a Ferrara per partecipare all’evento, al quale non potevamo proprio mancare! In questa foto siamo piuttosto provati, dopo un’intera giornata di forti emozioni e caldo opprimente, ma anche felici e molto soddisfatti. Felici, perchè il nostro amico ha coronato il suo sogno di sposare la ragazza che ama, e soddisfatti, perchè dopo 9 anni passati l’uno al fianco dell’altra, ancora ci vogliamo bene e ci piacciamo come il primo giorno.

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

A luglio, poi, sono finalmente arrivate le ferie. Quest’anno abbiamo scelto il mare (finalmente!!) e ci siamo imbarcati in un viaggio della speranza prima in treno e poi per nave con destinazione le Isole Tremiti. Di questo viaggio abbiamo collezionato veramente un’infinità di fotografie, e a tal riguardo anche su Instagram sia io che Eugenio abbiamo pubblicato diversi scatti, tuttavia per il #bestnine di quest’anno ho deciso di utilizzare la foto del fiore dell’aglio selvatico come fotografia simbolo della nostra vacanza. Le Isole Tremiti ne erano piene, spuntavano dalle rocce ovunque sugli scogli. Ho adorato questa vacanza ed ho adorato davvero tantissimo questi bellissimi fiori sferici, così semplici, così colorati, così belli, erti sulla nuda roccia, così impavidi, così poetici.

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Il 16 di agosto erano tutti in ferie… tutti tranne noi! Durante la mia infanzia si sentiva spesso dire al telegiornale che Milano, in agosto, si svuotava completamente. A dire il vero, mi trovo costretta a smentire questa leggenda metropolitana: purtroppo Milano non dorme mai, nemmeno ad agosto, e se è vero che in questo periodo sono tutti in ferie, io che lavoro per un azienda informatica devo essere sempre al mio posto, pronta per ogni evenienza. Anche il 16 di agosto. Quindi eccoci qui, i tre moschettieri del customer care, pronti a fare sempre e comunque il nostro dovere (nonostante i gestacci).

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Quest’anno ho incominciato ad approfondire le nozioni di base del mondo della fotografia. Così, una sera, durante un temporale, mi sono posizionata (senza particolari speranze) sul davanzale dell’unica finestra che in casa mia non è un lucernaio. A sorpresa, sono riuscita a fotografare un fulmine! Inutile dire che si è trattato della fortuna del principiante!!

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Quest’anno è stato l’anno della ri-educazione alla montagna. Assieme ad alcuni amici di Eugenio ho avuto modo di rispolverare gli scarponcini e di godermi alcune “passeggiate” abbastanza avventurose! Questa foto è stata scattata (quasi) in cima alla Grigna Meridionale, dopo una scalata di quasi 1000mt di dislivello su per un sentiero tutto sassi e sassolini. Inutile dire che sono la schiappa del gruppo, quella che rallenta sempre tutti ed ha bisogno di riposare più spesso degli altri. Infatti proprio durante quest’ultima escursione ho maturato la volontà di non partecipare più a nessun’altra faticata del genere, perchè non ne sono veramente in grado! Certo è che in cima a queste vette il panorama è indescrivibile.. ma porca miseria, che fatica!

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Sono emiliana, sono ferrarese… ma purtroppo non ho mai avuto modo di imparare l’arte della pasta fresca (e ripiena) dalla mia nonna. Così, dopo anni che vivo a Milano, ho deciso che non è giusto rinunciare ai sapori di casa, ed assieme ad Eugenio ho imparato, da autodidatta, l’arte del cappellaccio. I primi esperimenti sono stati decisamente fallimentari ma, dopo qualche errore, il mio DNA emiliano si è risvegliato e la forma del cappellaccio è venuta da sè: sono così orgogliosa di questo nostro primo tentativo, perchè sarà il primo di una lunga serie!! Già non vedo l’ora di metterci nuovamente all’opera, per continuare a godere delle bontà di casa nostra, anche se, nostro malgrado, siamo costretti a frequentarla sempre più raramente.

Un post condiviso da Agnese Farinelli (@_thalionwen) in data:

Qualche giorno fa sono stata sorpresa da questo splendido spettacolo della natura. Ero a Milano e, da quando vivo in una mansarda, è facile essere testimoni involontari delle prime luci dell’alba, quasi ogni giorno. Ma in questa occasione non ho potuto che stupirmi dinnanzi ad una scena simile: le pareti di casa si sono accese di un color rosso fuoco davvero incredibile e, nonostante il freddo, ho voluto immortalare questo spettacolo più unico che raro, soprattutto nella grigia e deprimente Milano, sporgendomi dal davanzale della finestra. Spero che quest’alba così forte e colorata sia un buon auspicio per l’anno nuovo che sta per incominciare: che sia ricco di bellissimi momenti come questo, e foriero di belle cose e di tanti successi, come quest’alba ha squarciato le tenebre e le nubi, anche le più spesse e fredde, anche a Milano.

Queste sono le 9 foto che ho scelto per descrivere l’anno che sta terminando proprio in questi giorni. In realtà, il 2017 ha significato molte altre cose ma, per mia natura, tante sono rimaste e rimarranno sempre private e personali. Quest’anno ha portato anche tante sconfitte morali ed episodi in cui ho dovuto mettere in discussione molte mie idee ed alcune delle relazioni che avevo con determinate persone, ma non vorrei annoiarvi oltre perchè credo che i momenti bui ed i giorni storti li abbia vissuti ciascuno di noi durante quest’ultimo anno, e non vedo perchè dovremmo soffermarci oltre su queste spiacevolezze! Questo è il periodo delle feste e dei buoni propositi: non mi rimane quindi altro da fare che augurare a tutti voi che siete arrivati fino in fondo un Felice Anno Nuovo ed un 2018 pieno di gioia e di tantissime soddisfazioni!!